Bovino di razza podolica


Bovino di Razza  Podolica, da Podolia la regione della steppa Ucraina, da dove pare sia stata importata nel lontano 400 D.C.  Mantello di Colore grigio scuro,  pigmentato per difendersi dai raggi del sole  (i suoi piccoli hanno il mantello fromentino, marroncino chiaro simile al cerbiatto, di cui somigliano anche per la vivacità), ha  lunghe corna  a semiluna nei maschi e a lira nelle femmine che le danno un aspetto rustico quasi selvatico.
 Le podoliche, campeggiano i nostri poderi ormai da tempo. Giunta nel nostro paese dall’Oriente Asiatico è ben  inserita nel bio territorio.   Molto rustica è allevata soprattutto in puglia, nei territori meno coltivabili della nostra murgia, e nelle regioni del sud quali Calabria, Molise Abruzzo.
Ha una Bassa produzione di latte in termini di quantità, inizialmente usato  per l’alimentazione del suo piccolo, ma ricchissima di omega 3, i grassi buoni, che hanno di sicuro effetti positivi sulla dieta.
In origine usata per il lavoro e per il suo latte,  è stata per alcuni decenni abbandonata, si sta diffondendo data la sua alta integrazione nel territorio, particolarmente apprezzata per la sua carne molto gustosa e per  il suo latte da cui si producono degli ottimi caciocavalli (prodotto tipico della nostra terra di puglia).
Data la loro alimentazione fatta principalmente di erbe selvatiche ed aromatiche, la  carne di colore un po’ più marcato, ha un sapore unico aromatico.
 
Noi di querceta da anni abbiamo deciso di riprendere l’allevamento di bovino podolico con l’obiettivo di completare la nostra produzione con dei bovini autoctoni che oltre ad essere integrati nel territorio completano la nostra esperienza sia di allevamento che di coltivazione.
Le podoliche si nutrono di tutte le erbette aromatiche e spontanee che abbiamo in alcuni terreni che per loro conformazione non possono essere arati e coltivati. Visto che la natura fa di necessita virtù completiamo il nostro allevamento con gli questo splendido esemplare di bovino che vivendo libero si nutre e allo stesso tempo estirpa le erbe che altrimenti non verrebbero  estirpate creando problemi di incendi (nel periodo estivo).